Home

BASF evidenzia il duro contraccolpo da Covid. Azioni deboli nel DAX

Scritto da -

Il gruppo con sede a Ludwigshafen rivede il bilancio al ribasso di 2,8 miliardi di euro

Giornata pesante per BASF, che scivola in borsa dopo la revisione di diverse voci del proprio bilancio, che evidenziano il brutto contraccolpo a causa del Covid.


L'azienda chimica BASF ha patito un calo della domanda da parte dell'industria automobilistica e aeronautica, nonché la pressione della concorrenza per i prodotti chimici di base. Per questo motivo il gruppo con sede a Ludwigshafen rivedere il bilancio al ribasso di 2,8 miliardi di euro.
L'utile prima degli interessi e delle tasse (EBIT) sarà negativo per 2,6 miliardi di euro nel terzo trimestre. Senza il deprezzamento, ci sarebbe stato un risultato positivo di 581 milioni di euro e quindi più di quanto gli analisti si aspettassero in media.


Il gruppo ha registrato una perdita di 2,12 miliardi di euro nel terzo trimestre, dopo un utile di 911 milioni di euro nello stesso periodo dello scorso anno. Nel terzo trimestre, le vendite sono diminuite del cinque percento a 13,8 miliardi di euro, per cui BASF ha accusato gli effetti valutari negativi. BASF si dice comunque ragionevolmente fiduciosa per il resto dell'anno, con l'EBIT in ripresa nell'ultimo trimestre.


A causa delle conseguenze della pandemia, le vendite dovrebbero scendere da 57 a 58 miliardi di euro, dopo i 59,3 miliardi dell'anno precedente. Il risultato operativo ante special item dovrebbe ammontare a 3-3,3 miliardi di euro. Qui erano 4,6 miliardi nel 2019. Le misure di riduzione dei costi mirano a compensare la continua pressione sui margini, in particolare nel caso dei prodotti chimici di base.


Subito dopo l'annuncio, il titolo ha avuto un brusco contraccolpo nel DAX. Le azioni BASF hanno perso più di due euro dal precedente massimo giornaliero di 57,75 euro.



Non è possibile commentare questo post.

CONOSCERE IL DAX