Home

FRAPORT, arrivano 1.600 richieste di dimissioni dei dipendenti con l’indennità TFR

Scritto da -

L'operatore aeroportuale di Francoforte ha intenzione di tagliare tra 3.000 e 4.000 dei suoi circa 22.000 posti di lavoro

L'opera di taglio del personale da parte di Fraport va avanti. L'operatore aeroportuale di Francoforte ha ricevuto circa 1.600 domande vincolanti per lasciare l'azienda con il TFR, come ha riferito venerdì un portavoce dell'azienda. Fraport sta ora valutando se e quante domande accogliere, in base a considerazioni operative oltre che economiche.


Fraport ha intenzione di tagliare tra 3.000 e 4.000 dei suoi circa 22.000 posti di lavoro, dal momento che il traffico aereo è diminuito in modo sostenibile durante la crisi pandemica. Inizialmente, circa 2.300 dipendenti erano interessati al programma di abbandono volontario. Circa 1600 hanno poi deciso di fare domanda, dopo aver letto le condizioni che prevedono indennità di fine rapporto tra lo 75% e 100% di uno stipendio lordo per anno di occupazione.


Ai dipendenti più anziani, compresi quelli nati nel 1963, viene offerto un programma limitato di part-time e prepensionamento. Le scadenze per questa parte del ridimensionamento durano fino alla fine dell'anno. A questo punto sarà chiaro se e quanti dipendenti verranno licenziati per motivi operativi. Al momento, gran parte dei dipendenti Fraport lavora a orario ridotto.



Non è possibile commentare questo post.

CONOSCERE IL DAX