Home

Flop VARTA, la crescita nel 2021 dovrebbe rallentare

Scritto da -

C’era molta attesa dopo che il produttore di batterie aveva annunciato via Facebook che oggi sarebbe stato un “Independence Day”

Aveva annunciato via Facebook che oggi sarebbe stato un “Independence Day“, creando altissime aspettative. Ma per Varta il titolo più appropriato sembra essere “Tanto rumore per nulla“.
Il produttore di batterie prevede infatti un rallentamento del tasso di crescita per l’anno in corso.

La società ha annunciato che i ricavi aumenteranno di circa l’8% e i guadagni aumenteranno di una percentuale a due cifre. Le vendite dovrebbero salire a circa 940 milioni di euro nel 2021.
Un risultato tiepido, tenuto conto delle performance dell’anno passato.
Nel 2020 grazie al boom delle mini cuffie wireless, le vendite aumentarono del 140% a 870 milioni di euro. “La crescita organica da sola è stata di quasi il 50%, un risultato storico“, ha affermato il capo dell’azienda Herbert Schein. L’utile operativo adjusted (Ebitda) è salito del 145% a 239 milioni di euro. Varta vuole sfruttare questa opportunità per pagare per la prima volta un dividendo e propone una distribuzione di circa 2,50 euro per azione.

Varta punta in futuro a ottenere risultati con la produzione delle celle agli ioni di litio. “Siamo molto fiduciosi per l’anno 2021“, ha affermato il direttore finanziario Armin Hessenberger. Il margine relativo del risultato operativo rettificato dovrebbe aumentare in modo sproporzionato fino al 30% delle vendite.
Nel quarto trimestre, la società prevede di mettere in funzione un impianto pilota per la produzione automatizzata di formati di batterie più grandi a Ellwangen con quasi 4800 dipendenti.

Non è possibile commentare questo post.

CONOSCERE IL DAX