Home

AIRBUS, il 2020 è stato pessimo a causa del Covid. Non ci saranno dividendi

Scritto da -

Nel 2020 il fatturato è sceso sotto i 50 miliardi mentre le perdite sono state circa 1,1 miliardo

Come previsto, la crisi pandemica e la prevista riduzione di migliaia di posti di lavoro hanno causato la perdita di miliardi di dollari nel 2020 al colosso .
Grazie all’utile nel quarto trimestre, il risultato finale è stato mitigato, ma si tratta pur sempre di una perdita di 1,1 miliardi di euro per l’intero anno, come la società ha annunciato giovedì a Tolosa. E comunque, malgrado tutto si tratta di un risultato migliore di quanto previsto dagli analisti.

L’utile dell’intero anno prima di interessi, tasse ed effetti speciali (EBIT adjusted), è sceso del 75% a 1,7 miliardi di euro (nel 2019 era di 6,9 miliardi).
Il fatturato del gruppo è sceso a 49,9 miliardi di euro (nel 2019 erano stati 70,5 miliardi di euro).

Come accaduto nel 2019, quando a pesare sui conti dell’azienda era stata la multa da 3,6 miliardi di euro che aveva accettato di pagare a a Francia, Gran Bretagna e Stati Uniti, anche stavolta gli azionisti dovranno rinunciare a un dividendo (“per rafforzare la resilienza finanziaria della società“).

Il capo Guillaume Faury ha detto che “i risultati del 2020 dimostrano la resilienza di Airbus nella crisi più impegnativa per colpire l’industria aerospaziale”.
Per il 2021 l’azienda punta alla consegna di tanti aeromobili quanti nell’anno precedente. Il produttore ha consegnato 566 macchine ai suoi clienti. L’EBIT adjusted dovrebbe salire a circa 2 miliardi di euro.

Non è possibile commentare questo post.

CONOSCERE IL DAX