Home

COVESTRO, bilancio del 2020 tra alti e bassi. Ebitda a 1,47 miliardi

Scritto da -

La crisi ha portato un calo delle vendite e dei guadagni al produttore di materie plastiche

Nonostante una ripresa a partire da metà anno in poi, il produttore di materie plastiche non è stato in grado di recuperare le perdite innescate dalla pandemia nel primo semestre del 2020 (specie nell’industria automobilistica, importante fetta di mercato). E’ quanto comunica la stessa società.

Il 2020 si chiude con un fatturato negativo del 13,7% a 10,7 miliardi di euro, mentre il volume delle vendite di nel core business è diminuito del 5,6%. L’utile operativo (EBITDA) è di 1,47 miliardi di euro (8,2% inferiore al 2019). Gli investitori riceveranno però un dividendo di 1,30 euro per azione (10 centesimi più che nell’anno precedente).

La ripresa avvenuta a partire dal secondo semestre, è stata caratterizzata dal recupero dell’industria automobilistica e dalla crescita della domanda per la casa e l’elettronica di consumo.

Covestro nel 2021

Per l’anno in corso, la società di Leverkusen nel core business prevede una crescita da 10-15%. L’utile operativo (EBITDA) dovrebbe essere compreso tra 1,7 e 2,2 miliardi di euro nel 2021 e nel primo trimestre tra 700 e 780 milioni di euro. Dal secondo trimestre, un contributo concreto arriverà dalla olandese DSM, la cui acquisizione è stata annunciata lo scorso settembre.
In futuro, vuole pagare dal 35 al 55% dell’utile netto (Il dividendo proposto corrisponde al 50% del tasso di distribuzione).

Non è possibile commentare questo post.

CONOSCERE IL DAX