Home

FRAPORT, perdite peggiori del previsto per la crisi Covid

Scritto da -

Il volume di passeggeri è precipitato del 73,4% a 18,8 milioni di viaggiatori rispetto all’anno precedente

Il bilancio della pandemia per l’operatore aeroportuale Fraport è stato peggiore anche delle previsioni. Come illustrato dalla società a Francoforte, c’è stato un calo delle vendite di oltre la metà e una perdita netta di 690 milioni di euro. Nelle previsioni degli analisti, queste ultime avrebbero dovuto essere 590 milioni di euro, quindi molto meno.
Il dividendo per il 2020 dovrebbe essere cancellato.

Il volume di passeggeri è precipitato del 73,4% a 18,8 milioni di viaggiatori rispetto all’anno precedente. Grazie alle forti riduzioni dei costi (soprattutto un taglio al personale visto che il numero di dipendenti in tutto il mondo è sceso del dieci percento a circa 21.200), il gruppo aeroportuale ha raggiunto un utile operativo pari a 48 milioni di euro.

L’aviazione era ed è influenzata dalla pandemia come nessun altro settore. Ma vediamo la luce alla fine del tunnel“, ha detto il boss di Fraport, Stefan Schulte.
Si aspetta una ripresa al più tardi in estate, poiché i progressi nelle campagne di vaccinazione potrebbero consentire di nuovo una robusta ripresa dei viaggi.

Per il 2021, Fraport si aspetta un volume passeggeri tra 20-25 milioni, con vendite in salita a circa due miliardi di euro. Il risultato operativo rettificato dovrebbe passare a 300 a 450 milioni di euro. Ma comunque Fraport si aspetta per il 2021 una nuova perdita.

Non è possibile commentare questo post.

CONOSCERE IL DAX