Home

LUFTHANSA, la pandemia incide anche sui conti del Q1 2021

Scritto da -

La perdita operativa basata sull’EBIT rettificata è stata di 1,1 miliardi, ma comunque inferiore rispetto all’anno precedente

Se il 2020 è stato pesantissimo per il settore dei viaggi e anche per Lufthansa, il 2021 non è cominciato molto meglio. La pandemia continua infatti a pesare sulla performance aziendale del Gruppo, come dimostrano i dati del primo trimestre.
Le restrizioni di viaggio globali hanno continuato ad avere un impatto negativo sulla domanda di comportamento aereo e comportamento di prenotazione.

Grazie a un risparmio dei costi, Lufthansa è riuscita a ottenere risultati migliori rispetto all’anno precedente.
Le vendite sono diminuite del 60% a 2,6 miliardi nel primo trimestre (anno precedente: 6,4 miliardi di EUR). Il trimestre comparabile dell’anno precedente è stato solo parzialmente influenzato dagli effetti della pandemia.
La perdita operativa basata sull’EBIT rettificata è stata di 1,1 miliardi, inferiore rispetto all’anno precedente (anno precedente: meno EUR 1,2 miliardi).
Il reddito netto consolidato era meno EUR 1,0 miliardi (Anno precedente: meno EUR 2,1 miliardi).

Le spese operative sono diminuite del 51% a 4,0 miliardi (anno precedente: 8,2 miliardi di EUR). Il numero di dipendenti è diminuito del 19% rispetto all’anno precedente a un totale di 111.262. Un programma di congedo volontario attraente è destinato a ridurre ulteriormente il numero di dipendenti.
Il debito netto sale a 10,9 miliardi, ossia 1,0 miliardi superiore rispetto alla fine del 2020 (31 dicembre 2020: 9,9 miliardi di EUR).

Sviluppo del traffico

La capacità offerta nel primo trimestre del 2021, misurata nei chilometri del passeggero, era del 21% del livello pre-crisi del 2019.
In totale, le compagnie aeree del Gruppo Lufthansa hanno fatto viaggiare 3 milioni di passeggeri nei primi tre mesi, ossia il 10% del livello pre-crisi del primo trimestre del 2019.
Il fattore di carico è stato del 45% o 33 punti percentuali inferiori rispetto al primo trimestre del 2019.

Cargo di Lufthansa con trimestre record

A causa della continua scarsità della capacità merci nel mercato, nonostante la continua esigenza, il business del carico del Gruppo Lufthansa è stato in grado di mantenere il suo forte sviluppo rispetto all’anno precedente. Rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, le vendite sono aumentate del 45% a 802 milioni di EUR. Il fattore di carico merci è aumentato di 11,9 punti percentuali al 75,7%. L’EBIT rettificato è migliorato di conseguenza a 314 milioni di EUR (anno precedente: meno 22 milioni di EUR), il più alto di sempre nella storia del carico di Lufthansa.

Non è possibile commentare questo post.

CONOSCERE IL DAX