Home

Il DAX si affaccia oltre 14mila ma poi fa marcia indietro (-0,11%)

Scritto da -

MDax e SDax hanno raggiunto ancora una volta livelli record. L’indice dei titoli di fascia media è cresciuto dello 0,54%

Giornata negativa per il DAX e le Borse Europee, nel giorno del primo meeting del 2021 della BCE. La presidente Lagarde non fornisce un quadro così accomodante come gli operatori speravano, e così si spiega la reazione assai tiepida.
Se al mattino il Dax era riuscito brevemente a salire oltre i 14.000 punti, in seguito ha cambiato marcia. L’indice benchmark tedesco ha terminato le contrattazioni in calo dello 0,11% a 13.906,67 punti.
Sia l’MDax che il SDax hanno invece raggiunto ancora una volta livelli record. L’indice dei titoli di fascia media è cresciuto dello 0,54% a 31.748,97 punti.
L’indice benchmark SDax ha guadagnato lo 0,49% a 15.655,73 punti.

DAX

IOl lungo periodo di restrizioni anti-Covid ridà slancio al fornitore di cibo a domicilio Delivery Hero +3,58%.
La digitalizzazione spinta dal Covid continua a tenere sulla cresta dell’onda alcni titoli, come Infineon +1,76%.

Nonostante l’accordo con Cellnex, Deutsche Telekom -0,23% non riceve l’impuslo che si poteva immaginare.

Dopo lo spunto di ieri, MTU Aero Engines fa marcia indietro (-4,63%). Pesano i timori legati alle forti restrizioni da Covid, che potrebbero penalizzare ancora il settore viaggi.

Le notizie confortanti sul mercato cinese dell’auto, tengono alta la spinta di Daimler +1,95% (sul quale c’è anche l’effetto della raccomandazione di acquisto della principale banca britannica HSBC).
Bene anche l’altro colosso auto Volkswagen +2,80%. Più tiepido il rialzo di BMW +0,69%.

MDAX

Le previsioni ottimistiche fanno bene ad Aurubis +5,84%. Il gruppo del rame era stato cauto nelle previsioni qualche tempo fa, ma ora sta diventando evidente che i prezzi della raffinazione e dei metalli dovrebbero rimanere sostenuti ancora per un po’ di tempo. Per l’esercizio finanziario fino alla fine di settembre, il gestore prevede ora un utile operativo ante imposte compreso tra 270 e 330 milioni di euro.

Shop Apotheke Europe +4,46% fissa un nuovo record, grazie anche al traino dei risultati della concorrente svizzera Zur Rose. Anche HelloFresh +3,59% beneficia delle estese restrizioni da Pandemia. Stesso discorso per Zalando, che ha guadagnato il 3,4%.

Tra i migliori del giorno c’è anche ProSiebenSat.1 (+2,2%), dopo il riassetto nella partecipazione di controllo di Mediaset (+1% a 2,16 euro) con Vivendi.

Lieve rialzo per Commerzbank +0,14%, dopo i rumors di stampa sulla intenzione di dimezzare la rete di filiali dell’istituto in Germania.

Poco mossa anche Qiagen +0,07%, che intende ripresentare la domanda negli Stati Uniti per il test dell’antigene QIAreach Sars-CoV-2. La decisione di ripresentare l’invio è stata presa dopo che Qiagen ha ritirato la domanda presentata nel novembre 2020 per risolvere un problema relativo ai reagenti utilizzati.

Scviola Lufthansa -2,2%, che sente l’effetto lockdown. In un evento online, la compagnia ha detto che potrebbe non aver bisogno di tutti i 9 miliardi di euro di aiuti di Stato nella lotta contro la crisi. Il gruppo aereo ha dovuto essere salvato dalla bancarotta lo scorso anno con prestiti e iniezioni di capitali da Germania, Austria, Belgio e Svizzera.
Pesante caduta anche per l’altro vettore aereo Airbus -3,18%.

Non è possibile commentare questo post.

CONOSCERE IL DAX