Home

Il DAX rialza la testa (+0,66%) e ritrova l’ottimismo

Scritto da -

L’MDax dei titoli tedeschi di medie dimensioni ha guadagnato lo 0,64% a 32.913,32 punti

La borsa tedesca inizia il mese di maggio mandando un segnale incoraggiante dopo aver vissuto una settimana mista che l’aveva visto perdere quasi un punto percentuale.
L’indice tedesco sale dello 0,66% a 15.236,47 punti, grazie alla spinta dei dati economici che hanno confermato la ripresa economica.
L’MDax dei titoli tedeschi di medie dimensioni ha guadagnato lo 0,64% a 32.913,32 punti.

Al vertice del DAX c’è il produttore chimico Covestro +2,65%.
Giornata positiva per il settore auto. Volkswagen +1,87%, BMW +0,88%, Daimler +0,49%.

Sul mercato tedesco l’attenzione si è rivolta alle società del gruppo Siemens.
Ad esempio, il produttore di tecnologia medica Siemens Healthineers +1,98% ha aumentato significativamente le vendite nel secondo trimestre dell’anno, beneficiando dell’elevata domanda di test rapidi Covid-19. Inoltre, Siemens Healthineers ha innalzato i propri obiettivi per l’esercizio in corso 2020/21.

Sul DAX, Siemens fa +1,46% mentre Siemens Energy è invece salita dello 0,8%, dopo che la controllata Siemens Gamesa ha registrato una migliore performance operativa nel secondo trimestre dell’esercizio.

Dopo il balzo della scorsa settimana, va in rosso Deutsche Bank -1,81%. La principale banca tedesca ha reso noto di aver perfezionato l’operazione Minerva di cartolarizzazione di un portafoglio di crediti al consumo a tasso fisso performing del valore di circa 4,74 miliardi in termini di capitale residuo.

Al picco del MDax troviamo le azioni dell’operatore aeroportuale Fraport +3,48%, seguite dalle azioni Deutsche Lufthansa +2,63%. Entrambi i titoli hanno beneficiato di migliori prospettive per i viaggi durante la prossima estate. Inoltre il CEO di Lufthansa Carsten Spohr ha annunciato in un’intervista che Lufthansa e la sua controllata Eurowings prevedono di volare verso oltre 100 destinazioni di vacanza.

Alla fine della scorsa settimana, le azioni Nordex -4,41% erano già sotto pressione. Oggi la discesa accelera ancora di più perché venerdì la concorrente Siemens Gamesa ha presentato i suoi dati e ha dovuto tagliare le sue previsioni di vendita. Cresce così il timore che i costruttori di turbine non saranno in grado di convertire l’intero portafoglio ordini in vendite redditizie in futuro.

Non è possibile commentare questo post.

CONOSCERE IL DAX