Home

Il DAX procede a piccoli passi e cresce ancora (+0,19%)

Scritto da -

Giornata nervosa e altalenante ma alla fine l’indice principale arriva a 15.632,67

Giornata a tinte alterne per il DAX, che parte blando ma poi recupera nel pomeriggio, e infine termina le contrattazioni con guadagni moderati. L’indice tedesco segna +0,19% a 15.632,67 punti.
Anche l’MDax delle medie imprese ha vissuto una giornata simile, ed alla fine ha recuperato fino a -0,04% a 33.465,38 punti.

Il settore automobilistico europeo è rimasto tonico, dirigendosi verso il suo record del 2015.
Dopo un forte aumento delle vendite in Germania (+92% a maggio), le azioni BMW +3,95 sono salite al livello più alto dal 2018 e alla fine sono andate in cima all’indice.
Daimler +,16% è addirittura al livello del 2015.
Meno tonico Volkswagen, che chiude a +0,21%.

Pare intanto che BASF +0,32% voglia cedere o ridurre la sua partecipazione nella società di prodotti chimici speciali Solenis. Insieme al finanziario e co-investitore Clayton Dubilier & Rice, sono attualmente allo studio diverse opzioni di uscita, come riportato da Bloomberg.

Il più grande gruppo immobiliare residenziale tedesco Vonovia -0,95 si è assicurato il 7,14% delle azioni di Deutsche Wohnen ancor prima dell’offerta pubblica di acquisto. Entrambe le società hanno concordato l’acquisizione il 24 maggio. Vonovia paga circa 18 miliardi di dollari per le case tedesche.

Grazie a un timido rimbalzo, le azioni Morphosys +2,32 si stabilizzano dopo il crollo di metà settimana, a seguito dell’acquisizione della società statunitense Constellation Pharmaceuticals e l’accordo con la società statunitense Royalty Pharma per finanziare il costo di acquisizione.

Il rivenditore di moda Zalando +1,54% offrirà a tutti i dipendenti un’ulteriore settimana di ferie dal 2 al 6 agosto. La prima “pausa collettiva” dovrebbe servire a riconoscere le “prestazioni e le sfide” dei mesi passati e dovrebbe dare “forza ed energia” per il prossimo periodo.

Il produttore di turbine eoliche Nordex +0,06% si è aggiudicato un altro ordine in Spagna per i sistemi della serie Delta4000 di oltre 76,8 megawatt. Il contratto include anche l’assistenza e la manutenzione delle turbine per un periodo di due anni.

Netto calo per Evonik -3,40, che è stato negoziato oggi ex dividendo (1,15 euro per azione, detratto oggi).

Non è possibile commentare questo post.

CONOSCERE IL DAX